Il sito Political24.it utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata, per rendere più agevole la navigazione,garantire la fruizione dei servizi e se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Ultime News:

Stato di agitazione tassisti, Lega Lamezia: "Sollecitiamo i Commissari Prefettizi"

"Il partito 'lega Salvini Premier' della sezione di Lamezia Terme, è a sostegno dei tassisti della città stessa che da tempo vivono uno stato di agitazione. Una classe lavoratrice palesemente bistrattata e inascoltata dagli organi di competenza sulle quotidiane problematiche lavorative". E' quanto si legge in una nota del coordinamento cittadino di Lamezia della Lega Salvini Premier. "Le problematiche affrontate dai tassisti - si legge nella nota - vanno, dalla solitaria lotta contro l’abusivismo dei procacciatori d’affari che non rispettano alcuna norma di legge ( mancanza di licenze taxi, e autorizzazioni ncc, riduzione della clientela causata dall’abbassamento del prezzo della tratta TANTO NON PAGANO LE TASSE ), all’aumento di  grossi ingorghi presso le postazioni dei taxi che impediscono ai regolari   tassisti di effettuare celermente il proprio servizio con disagi che si ridossano sulla qualità del lavoro prestato ai clienti nonché sulla  viabilità (area aeroportuale e stazione ferroviaria). A ciò si aggiunga che il corretto svolgimento del servizio presso la Stazione Ferroviaria Centrale, è limitato dal non funzionamento della colonnina del telefono del servizio taxi. Per il coordinamento cittadino, gli operatori del settore devono essere ascoltati soprattutto adesso a ridosso della stagione estiva". "Pertanto - conclude la nota - intendiamo procedere con determinazione in stretto contatto con la categoria. L'obiettivo che proponiamo è regolare il mercato perché i servizi resi ai cittadini siano più efficienti e più adeguati alla domanda sempre piu’ esigente, superando le varie forme di abusivismo e regolamentando le strutture tecnologiche. In merito a ciò sollecitiamo i Commissari Prefettizi".