Il sito Political24.it utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata, per rendere più agevole la navigazione,garantire la fruizione dei servizi e se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Ultime News:

Regione: approvata la proposta Greco - Gallo sul welfare

“Dopo una lunga seduta in Terza Commissione, durante la quale sono stati audite le parti sociali interessate, i Comuni calabresi, alcune sigle rappresentative delle strutture socio assistenziali, il Forum e i sindacati dei lavoratori, è stata approvata all’unanimità la mozione bipartisan Greco-Gallo che detta le linee guida per la riforma del Welfare". È quanto afferma con soddisfazione il Consigliere e capogruppo della lista Oliverio Presidente Orlandino Greco, alla fine dei lavori della Terza Commissione, che aggiunge:  "La mozione, recante 'Realizzazione del sistema unico integrato di interventi in materia di servizi e politiche sociali ex L.R. 23/2003'(http://www.consiglioregionale.calabria.it/hp4/contenuti/dett_sindisp.asp?Atto=MOZIONE&Numero=124), frutto di un lavoro attento e capillare, motivata dalla consapevolezza dei problemi collegati ai  precedenti regolamenti attuativi della l.r.23/2003 cassati dal TAR e bloccati a dicembre scorso in Terza Commissione,  trova la convergenza della Giunta e dell’ANCI,  di fronte a temi che non possono che avere un unico obiettivo: la tutela reale delle fasce deboli. La politica dei fatti, l’ascolto e la conoscenza dei territori e dei loro problemi, della gente e delle fasce deboli ha prodotto gli attesi risultati positivi. Presenterò in Consiglio Regionale la mozione insieme al collega Gallo e presto si avvieranno i lavori per definire l’attesa riforma del Welfare calabrese. Per il momento e finché tutto non sarà correttamente allineato, abbiamo assicurato celerità nelle erogazioni delle spettanze economiche alle strutture che in questi mesi stanno lavorando in attesa di risposte e garantito stabilità ai servizi socio assistenziali, agli operatori del settore ed agli utenti assistiti”.