Il sito Political24.it utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata, per rendere più agevole la navigazione,garantire la fruizione dei servizi e se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Ultime News:

Regione: il Garante per l'Infanzia Marziale riceve i vertici dell'Accademia Bonifaciana

Il Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza della Regione Calabria, Antonio Marziale, ha ricevuto a Palazzo Campanella una delegazione dell’Accademia Bonifaciana, guidata dal delegato regionale vicario, Lorenzo Festicini, dall’assistente spirituale don Antonino Vinci, dal delegato metropolitano Francesco Legato e dall’accademico Fabio Altomonte. 
Al centro della visita, spiega il Garante: “La presentazione delle molteplici attività che l’Accademia persegue, sul piano filantropico, ecumenico, sociale e culturale, con particolare riguardo ai bisogni dei Minori, sempre più esposti ad una società adulta che fatica a rapportarsi ad essi in termini educativi. Insieme abbiamo convenuto sul bisogno di individuare azioni in grado di offrire ai più piccoli modelli alternativi a quelli che si sono di fatto sostituiti alla famiglia e alla scuola, come i mass media, sempre più intrisi di volgarità e violenza. Non c’è tempo da perdere - continua Marziale - perchè la pervasività dei cattivi maestri è, sicuramente, più accattivante e suadente delle regole del sano viver civile ed è importante guardare a quelle agenzie di socializzazione secondarie, come la parrocchia, che potrebbe sviluppare politiche di supporto alle famiglie, molte delle quali versano nel nostro territorio regionale in gravissime difficoltà socio-economiche”. Il Garante ha deciso di “accordare all’Accademia Bonifaciana il proprio e permanente gratuito patrocinio per tutte le attività che saranno dalla stessa intraprese per la tutela dei Minori ed ha ringraziato i delegati per il proficuo lavoro quotidiano, che non mancherà d’intrecciarsi in azioni comuni”.