Il sito Political24.it utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata, per rendere più agevole la navigazione,garantire la fruizione dei servizi e se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Ultime News:

Migranti, Sculco: "Un plauso al Parlamento europeo per la riforma del Regolamento di Dublino"

“La Calabria  ha dato molto e continua a dare tanto sul fronte migranti, come ben sanno i nostri sindaci, le associazioni  e le autorità preposte all’accoglienza, perciò plaudo al voto del Parlamento europeo circa la riforma del Regolamento di Dublino con cui è stato approvato il mandato negoziale per la riforma del sistema d’asilo Ue, come redatto dalla Commissione per le libertà civili e approvato con 390 voti a favore, 175 contrari e 44 astensioni”. E’ quanto sostiene la consigliera regionale di Calabria in Rete Flora Sculco.
“Auspico, come ha molto opportunamente fatto il Presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani,  che i deputati possano avviare i colloqui con il Consiglio non appena gli Stati membri definiranno la propria posizione. Dopo la sterzata assai significativa del ministro Minniti, che ha dimostrato intelligenza e fermezza nel governo del fenomeno, il voto del Parlamento europeo  - aggiunge Flora Sculco -  è assai utile, perché può portare in fretta alla  riforma del regolamento di Dublino, finalizzata a  garantire una ripartizione equa dei richiedenti asilo tra tutti i Paesi membri. L’iniquità di quel regolamento si è riverberata negativamente sull’Italia e sulle regioni come la Calabria che si accollano responsabilità enormi nell’accoglienza dei migranti. Introdurre norme, che provocherebbero la riduzione all’accesso ai fondi Ue per gli Stati che  le violassero, il cui obiettivo è  garantire che tutti gli Stati membri accettino la propria parte di responsabilità per l'accoglienza dei richiedenti asilo, in sinergia con l’azione positiva dell’Italia, consentirà di fronteggiare meglio il fenomeno e di inquadrarlo finalmente anche  nella prospettiva tesa a valorizzare l’apporto dei migranti alla nostra economia e il ruolo propositivo delle regioni meridionali nelle relazioni con i paesi della sponda Sud del Mediterraneo”